L’attrezzatura fotosub per iniziare. La fotocamera

compatta-vs-reflexLa fotocamera è il cuore dell’attrezzatura fotosub, intorno alla quale ruota tutto il nostro set-up.

Per chi si avvicina al mondo delle riprese fotografiche subacquee, il mercato offre ottime fotocamere “compatte” in grado di darci ottimi risultati ad un costo decisamente più contenuto rispetto alle tradizionali reflex. Non devono essere viste come fotocamere solo per neofiti, vi posso assicurare che un set-up composto da una buona fotocamere compatta vi darà molte soddisfazioni ad un prezzo alla portata di ogni budget. E se nei campionati di fotografia subacquea esiste una categoria riservata alle “compatte”, potete immaginare da soli gli ottimi risultati che si possono raggiungere.

Evito di chiamarle “point and shoot” (inquadra e scatta), come spesso sono definite, perché a mio parere ormai certi modelli hanno delle caratteristiche veramente molto vicine alle DSLR, con la possibilità di lavorare tranquillamente in modalità manuale (esistono altri modi di fare foto?!). Ovviamente con tutti i limiti della loro categoria (ottica fissa, autofocus meno performante, maggior lentezza nello scatto), ma per un primo approccio alla fotosub, o fino a quando non sentirete crescere in voi l’esigenza di un passo avanti, sono sicuramente dei validissimi strumenti che vi accompagneranno più che degnamente in moltissime immersioni. Inutile prosciugare da subito il nostro budget per avere un buon modello reflex quando ancora non abbiamo mai portato una fotocamera sott’acqua. Andiamo per gradi, ne gioverà la nostra voglia di crescita, e il nostro portafogli.

Ho avuto modo di lavorare sott’acqua con l’ottima Powershot Canon G12 e devo dire che ancora oggi, per certe caratteristiche, ne sento un po’ la mancanza. Se avete qualche curiosità al riguardo scrivetemi, vi racconterò il perché.

Un consiglio lo spendo sicuramente per invitarvi a non fissarvi sui modelli di fotocamera dotati di bilanciamento del bianco pre-impostato per le riprese subacquee: è una funzione a mio parere inutile, se ce l’avete bene, in caso contrario non ne sentirete assolutamente la mancanza. E’ invece molto importante che la vostra macchina vi dia la possibilità di calibrare manualmente il bilanciamento del bianco (WB o White Balance). Perderete forse qualche secondo prima dello scatto (e non sempre), ma i risultati non sono comparabili con la funzione automatica o “subacquea”.

Funzione di personalizzazione del bianco sul menu di una fotocamera digitale

Non mi soffermo sulla descrizione di un modello di fotocamera in particolare, il mercato lancia ogni cinque minuti nuovi prodotti, dalle caratteristiche apparentemente mirabolanti e ogni indicazione sarebbe quindi vecchia già domattina. Tenete quindi presente sin da subito, visto che dovete fare un investimento, che la vostra attrezzatura sarà presto superata dal mercato. Ricordatevi però questo concetto, e incidetelo bene a fondo nella vostra mente:

Avere un’attrezzatura “superata dal mercato” non vuol dire avere un’attrezzatura “obsoleta”.

Sono due cose ben diverse! Il lavoro dei produttori è quello di sfornare nuovi modelli (e venderli!), il nostro è quello di fare fotografie. Dovete sempre scegliere l’attrezzatura migliore per le vostre esigenze, senza pensare a cosa uscirà domani. Personalmente ho sempre aspettato qualche mese prima di comprare un nuovo modello, per verificarne l’effettiva validità.

Canon-PowerShot-G16“Quale marca scegliere?” Questa è la domanda da un milione di dollari. Personalmente ho sempre optato per Canon e Nikon, ma sono validissimi anche PanasonicSony e Olympus, che negli ultimi anni – col digitale – hanno fatto passi da gigante nello sviluppo di prodotti eccellenti.

Ricordate infine di verificate sempre le caratteristiche dei vari modelli ma soprattutto la disponibilità degli scafandri per la fotocamera che volete comprare. Potrà sembrare una banalità ma non lo è, molti amici mi hanno chiesto disperatamente un consiglio su come scafandrare il loro nuovo giocattolino non avendo valutato prima questo fondamentale aspetto: non è detto che i produttori di housing abbiano il “vestito” giusto per la nostra amata. Controllare sempre prima.

Se volete maggiori informazioni, non esitate a scrivermi. Buone bolle!


Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo, è il riconoscimento per il tempo che ho impiegato a scriverlo. Non ti costa nulla. Grazie

condividi questo articoloTweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
7Share on Google+
Google+
0Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Potrebbe anche interessarti...

Commenta questo articolo